MyLemon MyLEMON Creativity & Strategic Communication - www.mylemon.it
MyLEMON

DON’T DREAM YOUR LIFE…

LIVE YOUR DREAMS

PrintFriendly

INDICE ARTICOLI|||>>pag.2


—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

INDIFFERENZA IPOCRITA


a cura di
Mimmo Martinucci

Vorrei un machete in mano per spaccare

l’ipocrisia che regna in questo mondo.

Di fratellanza e amore è un predicare,

ma con l’indifferenza andiamo a fondo.

Ci basta la coscienza tacitare

lanciando un euro al povero per via

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

I BAMBINI NON SI TOCCANO !


a cura di David Incamicia

Che la nostra società, a dire il vero da sempre, non sia culturalmente e giuridicamente attenta ai bisogni e alle aspettative dei più giovani è un triste dato di fatto. Lo vediamo nelle sofferenze quotidiane dei senza lavoro, dei cervelli in fuga, dei “bamboccioni” per forza. Il mondo dei grandi la fa da padrone, detta le regole, stabilisce le priorità. In una parola, è solo e semplicemente egoista. Ma se a pagare è l’infanzia quell’egoismo diventa miope crudeltà.

Troppi bambini sono costretti a recitare il ruolo di vittime, come quando le loro vite rimangono sospese in attesa di un affido, in balia di genitori litigiosi, appesi ai tecnicismi interpretativi di un giudice. O come quando trascorrono i primissimi anni della loro esistenza dentro un carcere, assieme alle loro mamme recluse, per poi essere strappati a quell’unica fonte di affetto e dirottati non si sa in quale struttura di “carità”.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

…IN UNO STATO MODERNO E EFFICIENTE


a cura di
Luca Lobina

In uno Stato Moderno ed Efficiente la politica deve tutelare le Famiglie, garantire loro un lavoro che permetta ad ogni componente di risparmiare liquidità, di garantirsi una pensione ma anche di spendere soldi in beni e servizi che produrranno a loro volta liquidità ad altri lavoratori.

In uno Stato Moderno ed Efficiente le aziende non vanno aggredite togliendo loro la metà dei soldi guadagnati tramite le tasse (a meno che non abbiano ricevuto appoggi di liquidità Statali) perché si sa che porteranno i loro soldi in territori dove le tasse sono meno della metà e investiranno lì.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA NOTTE DI SAN MARTINO: IL CAPODANNO AGRARIO DEL SALENTO LECCESE


a cura di
Antonio Bruno

Come fare a non ricordare il lavoro della gente di campagna immersa nella vite? Già, la pianta della vite con le sue increspature, il tronco pieno di nodi che ti danno immediatamente la percezione di ogni anno che lascia un segno, un nodo dopo l’altro, sino a 40 anni data fatidica della sua fine del ciclo produttivo dopo la quale verrà sostituita da un’altra pianta. Una pianta all’altezza dell’uomo che ha preferito alla gara per la conquista del primato dell’albero più alto, la bravura nel dare l’uva, i grappoli da cui poi, quasi per miracolo, stilla il vino.

Già il miracolo! Da quei grappoli come per magia una notte di un giorno preciso di ogni anno accade che sgorga un liquido pieno di odori e dai mille sapori, rosso o bianco oppure rosato: il vino!

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

RICONOSCERSI


a cura di
Elisabetta Polatti

“Invano nascondiamo il cuore nel petto, invano freniamo il nostro coraggio, noi maestri e allievi. Chi potrebbe impedirlo? Chi potrebbe vietarci la gioia? Giorno e notte, un fuoco divino ci spinge ad aprirci la via. Su vieni! Guardiamo all’Aperto, Cerchiamo qualcosa di proprio, sebbene sia ancora lontano” (Holderlin)

Riconoscersi, una parola ricca di significati e che ha echi interiori variegati che investono l’identità del soggetto che nell’incontro con l’altro riconosce un tratto comune a se stesso e ad una terza identità depositaria del senso originario del conoscere, dell’essere.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA TOLLERANZA È UNA VIRTÙ?


a cura di
Mimmo Martinucci

Ogni individuo esprime una sua opinione in funzione delle informazioni che ha. Se vi è una montagna, dai profili vari e complessi, gli individui che gli stanno attorno avranno un diverso punto di vista e, in funzione della loro posizione, nello spazio e nel tempo, vedranno una parte della montagna ed una parte delle sue caratteristiche.

Esprimeranno, di conseguenza, il loro punto di vista.

Quale funzione di virtù acquista, allora, la tolleranza nei riguardi dei diversi punti di vista, per chi tende a conoscere tutte le caratteristiche della montagna stessa ???

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA PAURA DI NOI STESSI


a cura di
Alessandro Bertirotti

La specie umana, nella sua lunga storia iniziata alcuni milioni di anni fa, con le forme primitive di Homo habilis e Homo erectus, manifesta subito una forte propensione alla migrazione, cioè a spostarsi dai luoghi di origine per andare alla ricerca di nuovi territori. Le migrazioni, generate da fattori biologici e da condizioni culturali, producono esse stesse effetti culturali ma soprattutto biologici, levigando le differenze genetiche fino aportare alla formazione di un’unica specie umana su tutto il pianeta.

Possiamo quindi affermare che sono state le grandi migrazioni dell’antichità ad omogeneizzare la nostra specie e, in una certa misura, anche ad accelerarne l’organizzazione sociale che, senza i condizionamenti apportati dalle migrazioni, si sarebbe evoluta molto più lentamente.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA MIA AFRICA


a cura di
Elio Roncella

I LOVE AFRICA

Parlare dell’Africa è bello ed affascinante. Peccato che non dia i suoi frutti…

Ci sono tanti organismi internazionali tipo la F.A.O. che dicono di operare per ridurre la fame nel mondo e per lo sviluppo agricolo dei popoli e delle aree sottosviluppate ma analizzando i risultati ottenuti fino ad oggi non c’è da esserne fieri!

Dal 1950 ad oggi si è passati attraverso bagni di sangue per la conquista del potere, alla comparsa di nuove malattie (AIDS) che hanno decimato le popolazioni insieme a quelle già presenti e mai debellate, allo scarso sviluppo delle nazioni… poche aree hanno avuto un significativo balzo in avanti ma solamente in questi ultimi anni, e comunque, dopo un duro percorso ed a vantaggio di pochi fortunati…la maggior parte delle persone anche in questi stati fortunati vive in stato di indigenza!

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LO SPLENDORE DEI DISCORSI


a cura di
Gioia Francisci

Si tratta di un’ opera particolare, che narra le astruse vicende di un uomo di successo che dopo aver subìto una disgrazia devastante e improvvisa che distruggerà la sua vita, sente pian piano di non aver più nulla d’altro al mondo se non “nessun sentimento” verso la vita e la morte, nemmeno la paura.

La vita misurata nella valenza negativa, lo porterà allo sdoppiamento.

La morte diventa un compito che gli viene affidato: una parte di lui continua ad essere rappresentata dall’ottimo e stimato professionista di successo

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA VIOLENZA SUI MINORI


a cura di
Ana Leite

Qualunque sia il numero di violenze sessuali sui bambini che si leggono nelle statistiche, sono migliaia, dovremmo tenere in mente che, di fatto, il numero potrebbe essere molto più alto. La maggior parte di questi casi non sono riportati perchè i bambini hanno paura di raccontare a qualcuno quello che gli è successo. I danni emotivi e psicologici a lungo termine, a causa di queste esperienze, possono essere devastanti.

L’abuso sessuale può accadere ai bambini in FAMIGLIA, attraverso il padre, il patrigno, un fratello o un altro parente. A volte si verificano al di fuori della casa, presso i parenti, a casa di un amico che si prende cura del bambino, dal vicino di casa, con un insegnante, un prete o addirittura uno sconosciuto.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

ALCOOL O ETILISMO…


a cura di
Viviane Mell

Molte persone bevono troppo, dando all’alcool il triste primato di essere la droga più consumata al mondo. La malattia associata a questo consumo eccessivo è chiamata alcolismo, una dipendenza nei confronti dell’alcool. E’ una malattia cronica, progressiva e potenzialmente fatale e colpisce una persona su dieci. Per coloro che vivono una vita da alcolizzato gli effetti sono sorprendenti. La vita diventa una corsa sulle montagne russe, fatta di avvenimenti dettati da una bevanda che interferisce con la capacità di ragionamenti fondati, logici e critici. Questo influenza le vite di tutti coloro che sono a contatto con l’alcolizzato e persino di coloro che non lo sono. Si mette in moto un processo distruttivo che è allo stesso tempo sociale, politico e personale e che tocca ogni aspetto della nostra civiltà.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA VIOLENZA SULLE DONNE


a cura di
Amalia Kiriakakis

Un saggio proverbio cinese dice che se vuoi fermare un fiume devi farlo alla sorgente non alla cascata…

Ultimamente le donne percosse maltrattate psicologicamente e fisicamente o uccise dai loro rispettivi mariti, fidanzati, conviventi ecc… sono tantissime.

Questo la dice lunga su cosa sta accadendo: una civiltà che non sa e non vuole vedere i mostri che ha creato, che non sa difendere i suoi elementi più deboli, che non sa difendere i suoi bambini, che invece di cercarne le cause e curarle è intenta a chiedersi come reprimere…

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

PENSIERI SULLA MORTE


a cura di
Elisabetta Polatti

Dedicato ai miei genitori

“Laudato s’ mi Signore, per sora nostra Morte corporale,

da la quale nullu homo vivente pò skappare:

guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali;

beati quelli ke trovarà ne le Tue sanctissime voluntati,

ka la morte secunda no ‘l farrà male.”

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

DIGNITÀ DI VITA


a cura di
Marina Cometto

Una lettera scritta molto tempo fa , purtroppo sempre attuale, la ripropongo perchè credo che le parole siano importanti e anche se sembra che non lascino segno a volte invitano a riflettere.

In questo periodo si è molto parlato e si continua a parlare di vita, di dignità di vita, di vite con dei limiti, di diritto alla vita, diritto alla morte.

Mia figlia Claudia ha 37 anni e a causa di un parto mal assistito ha subito gravi lesioni cerebrali che le hanno impedito di vivere la vita come è intesa dalla maggior parte della gente, ma la vita, l’ho capito negli anni vissuti accanto a questo fiore può essere meravigliosa se si riesce a vederne il significato più puro e profondo.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

UN MONDO NUOVO


a cura di
Luca Lobina

Vedo nella mia mente un Mondo Nuovo

un mondo di Tolleranza

un mondo di Verità e Giustezza

dove le genti d’ogni Razza s’incontrano

dove le genti dʼogni Religione si confrontano

Vedo nella mia mente un Mondo Nuovo

un mondo di Rispetto

un mondo di responsabilità

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

L’ALIMENTAZIONE SANA FA BENE ALLA TERRA MADRE


a cura di
Antonio Bruno

Lunedì 25 ottobre 2010 presso la Sala Conferenze del Rettorato alle ore 17:00 l’Università del Salento ha organizzato, la tavola rotonda “Come tutelare i prodotti “tipici”, sicurezza alimentare ed economica del territorio“. I prodotti tipici sono caratterizzati da un forte legame al territorio, che, se individuato ed adeguatamente valorizzato, può promuoverne la diffusione tanto da generare significative filiere economiche in questa nota alcune considerazioni sulla centralità del cibo nella nostra vita.

Oggi si parla di cibo, di alimentazione grazie a una sparuta minoranza che riesce a fare davvero tanto rumore, proprio come un albero che cade, anche se c’ è una foresta immensa che cresce.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

FIDEISMO E ATEISMO


a cura di
Mimmo Martinucci

L’uomo si dibatte tra queste due opposte posizioni.

Tutte e due sono posizioni dogmatiche. I convinti assertori delle due posizioni non possono dimostrare la verità delle loro convinzioni.

Eppure, se di verità si dovesse trattare, la ragione non potrebbe negarle. Le grandi verità possono essere superiori alla ragione umana, ma non contrarie: ad esempio lo spazio infinito, i numeri infiniti ecc.

Eppure vi sono categorie di uomini che sono fideisti oltre la ragionevole comprensione.

Vi sono atti di fede che sono spiegabili solo dalla speranza (esistenza dell’al di là) e atti di fede che postulano una giustizia che riporti l’equilibrio (anche questi, in fondo, dettati dalla speranza)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

IL DUBBIO


a cura di
Luca Lobina

Il Dubbio,

chiave assoluta per ricercare il Vero

come un uragano s’impone in me

sgretolando i pilastri certi dell’esistenza semplice

stimolando il mio Essere e dando senso al mio Vivere;

ma…

guardando al di fuori della Coscienza mia,

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

LA STRADA CHE CONDUCE AL SOGNO


a cura di
Caterina Armentano

Tutto ebbe inizio con lo studio sull’isteria. Nel diciannovesimo secolo la medicina curava il corpo del paziente ma della mente nessuno si occupava in modo risolutivo.

Freud seguì la scia di Charcot e successivamente di Bauer con scarsi risultati.

La chiave di volta nelle sue teorie gli venne grazie a una paziente, Anna O. attraverso la quale ebbe l’intuizione dei ricordi traumatici. Così abbandona i vecchi metodi, l’ipnosi, e si dedica a interpretare i sogni.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

“IN NOME DEL POPOLO SOVRANO”: QUELLO SU SARAH SCAZZI, NON CHIAMATELO GIORNALISMO


a cura di David Incamicia

Da quando la nostra TV è infestata da programmi più o meno di approfondimento sulla vicenda della povera Sarah Scazzi, la televisione stessa propone dibattiti a go go sul proprio ruolo rispetto all’esigenza di informare i cittadini e sul proprio interesse morboso per i fatti di cronaca nera, soprattutto quelli particolarmente cruenti. Siamo passati, nel giro di qualche giorno, dalle schiere di esperti in criminologia, psicologia e sociologia, supportati non di rado dalle improbabili opinioni di smarrite starlettes, alle altrettanto nutrite presenze di massmediologi. Insomma, il telespettatore sta assistendo (con la bava alla bocca) a quello strano fenomeno della televisione che parla di se stessa, perennemente in preda a un cortocircuito autoreferenziale.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

NON SIAMO PIÙ COSÌ SOLI


a cura di
Elisabetta Polatti

” Sognai che al far del giorno un angioletto i sonni mi vegliava. Di dolce maestà avea l’aspetto….un raggio di sol lo illuminava. Com’era bello“

Non so perché, ma questo incipit di una poesia che recitai quand’ero all’asilo mi ronza da alcuni giorni nella testa. Devo dire che ultimamente mi è capitato sempre più spesso di imbattermi nell’ entità angelica: ora piccola, ora adulta, ora cadente, ora trionfante. Ora lontana, ora vicina, ora dentro di me o dentro le persone che via via incontravo, ora proiettata in una dimensione arcana, sacra e misterica ma, comunque presente, che lo volessi o no a livello razionale.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————————————————————————————–

L’ AGIRE PACIFICO


a cura di
Alessandro Bertirotti

Spesso si sente dire che “tra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare“. A prima vista, questo concetto sembra patrimonio comune all’intera umanità, perché, prima o poi, tutti gli individui in questo pianeta, affrontano il problema della parola e dell’azione.

In realtà, questa locuzione non ha un grande significato antropologico, tanto meno scientifico.

Per il nostro cervello, ogni azione è valutabile in parola ed ogni parola, allo stato attuale della evoluzione della nostra specie, è in grado di veicolare azioni successive.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI


a cura di
Gioia Francisci

Il racconto narra le storie parallele di due persone Mattia Balossino ed Alice Della Rocca, le cui esistenze vengono segnate da dei fatti dolorosi accaduti durante l’infanzia. Il seguito della loro vita rimarrà segnato dalle conseguenze inevitabili dei loro traumi.

La vicenda di questi due bambini violentati nel loro intimo essere da un errato concetto di cura e amore di un padre per lei e di una madre per lui , tocca tasti sensibili per chiunque. Quasi tutti da piccoli ci siamo sentiti qualche volta soli o schiacciati dalla volontà degli adulti, ma quando la vita si avviluppa sui sensi di colpa o sul desiderio di rivalsa diventare grandi comporta una grande sofferenza .

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

UNA CANDELA ACCESA PER SARAH SCAZZI


a cura di Mr. MyLEMON

Tutti gli uomini e le donne della MyLEMON, oggi, hanno deciso di dedicare la giornata alla piccola SARAH SCAZZI, condividendo con tutti gli amici e le amiche UNA CANDELA SIMBOLICA e il seguente QUESITO:

“SI POSSONO TOLLERARE ANCORA EFFERATI CRIMINI COME QUESTO, DA PARTE DI SOGGETTI CHE NON HANNO NULLA DI UMANO… A DANNO DELL’INNOCENZA DEI NOSTRI FIGLI ???”

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

“LE FRASI CHE… MIGLIORANO IL MONDO”

a cura di Mr. MyLEMON

«DIO HA DATO ALL’UOMO LA STATURA ERETTA E GLI HA ORDINATO DI GUARDARE IL CIELO E DI ERGERE IL VOLTO VERSO LE STELLE».

(Ovidio)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

A DAY FOR… HAPPYNESS


a cura di
Mr. MyLEMON

OGGI È UN GIORNO SPECIALE: È LA FESTA DELL’ANGELO CUSTODE !!!

L’ANGELO CUSTODE È COLUI O COLEI CHE VIVE ACCANTO A NOI, CHE SOPPORTA IL NOSTRO EGO E CHE RIMANE SEMPRE ACCANTO A NOI, NONOSTANTE A VOLTE SIAMO DAVVERO INSOPPORTABILI. INOLTRE EVITA CHE FACCIAMO FESSERIE.

È COLUI O COLEI CHE CI AIUTA LUNGO IL NOSTRO CAMMINO VERSO LA FELICITÀ …E TUTTI NOI NE ABBIAMO UNO.

AUGURI A TUTTI GLI ANGELI CUSTODI E A LORO IL NOSTRO GRAZIE!!!

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

“LE FRASI CHE… MIGLIORANO IL MONDO”


a cura di Mr. MyLEMON

«VI SONO DUE VIE PER OGNI CONOSCENZA: QUELLA PIÙ LUNGA, PIÙ LENTA, PIÙ FATICOSA ALLA COMPRENSIONE, E QUELLA CHE VIENE PERCORSA CON LA FORZA E LA VELOCITÀ DELL’ELETTRICITÀ, LA VIA DELLA FANTASIA, CHE, MOSSA DALLA VISTA E DAL CONTATTO DIRETTO DEI RESTI ANTICHI, SENZA MEZZI TERMINI COMPRENDE IL VERO, COME ATTRAVERSO UNA SCOSSA. CIÒ CHE VIENE ACQUISTATO PER MEZZO DI QUESTA SECONDA VIA È ENORMEMENTE SUPERIORE PER VITA E COLORE A CIÒ CHE VIENE CONQUISTATO PER MEZZO DELL’INTELLETTO».

(Johann Jakob Bachofen)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

“LE FRASI CHE… MIGLIORANO IL MONDO”


a cura di Mr. MyLEMON

«È BELLO PENSARE CHE GLI UOMINI HANNO MIGLIAIA DI LINGUAGGI ESTREMAMENTE COMPLESSI PER ESPRIMERE I LORO PENSIERI PIÙ SERI E CHE UN EUROPEO, UN INDIANO ED UN ARABO ESPRIMONO LA LORO GIOIA RIDENDO ESATTAMENTE NELLO STESSO IDENTICO MODO».

(Anonimo)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

“LE FRASI CHE… MIGLIORANO IL MONDO”


a cura di Mr. MyLEMON

«LA VITA E I SOGNI SONO FOGLI DI UNO STESSO LIBRO. LEGGERLI IN ORDINE È VIVERE, SFOGLIARLI A CASO È SOGNARE».

(Arthur Schopenhauer)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

“LE FRASI CHE… MIGLIORANO IL MONDO”


a cura di Mr. MyLEMON

“LA VITA NON È UN CAMMINO SEMPLICE E LINEARE LUNGO IL QUALE POSSIAMO PROCEDERE LIBERAMENTE E SENZA INTOPPI, MA PIUTTOSTO UN INTRICATO LABIRINTO, ATTRAVERSO IL QUALE DOBBIAMO TROVARE LA NOSTRA STRADA, SPESSO SMARRITI E CONFUSI, TALVOLTA IMPRIGIONATI IN UN VICOLO CIECO. MA SEMPRE, SE ABBIAMO FEDE, SI APRIRÀ UNA PORTA FORSE NON QUELLA CHE CI SAREMMO ASPETTATI, MA CERTAMENTE QUELLA CHE ALLA FINE SI RIVELERÀ LA MIGLIORE PER NOI”

(Archibald Joseph Cronin)

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

GIORNATA DEDICATA ALL’INFORMAZIONE SULLE NUOVE PATOLOGIE AMBIENTALI: SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA (MCS), FIBROMIALGIA, SINDROME DA STANCHEZZA CRONICA


a cura di
Mr MyLEMON

Venerdì 1 ottobre 2010 alle ore 10,00 a Catania in Piazza Università avrà luogo una manifestazione, organizzata dal gruppo “LOTTIAMO PER I NOSTRI DIRITTI……LOTTIAMO PER VIVERE”- MCS: AFFINCHÉ VENGA RICONOSCIUTA COME MALATTIA SOCIALE, coordinato dall’avv. Marisa Falcone che terminerà alle ore 19,30, organizzata con il fine di far conoscere patologie considerate rare quali la MCS (sensibilità chimica multipla), la Fibromialgia, la Sindrome da Fatica Cronica.

………………………………………………………………………………………….(►leggi tutto l’articolo…)
—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————-

—————————————————————————————————————————————————————————————————–

PrintFriendly
  • PROMOZIONE