MyLemon MyLEMON Creativity & Strategic Communication - www.mylemon.it
MyLEMON

DON’T DREAM YOUR LIFE…

LIVE YOUR DREAMS

PrintFriendly
29
agosto
2011

Yambo il protagonista del romanzo ha quasi sessant’anni,una moglie due figlie e dei nipoti.

Di mestiere fa il libraio antiquario e un giorno dopo un malore improvviso che lo porta in ospedale,si ritrova nella nebbia di chi non riesce più a ricordare. Ha memoria del mondo, ma non del suo mondo.

Nella soffitta della vecchia casa dei nonni, dove lo spedisce la moglie perchè ritrovi la memoria, cerca se stesso ma riesce a ritrovare solo le immagini e le testimonianze di quelli che sembrano essere stati i suoi anni giovanili. Ritrova e riconosce frammenti di una storia familiare e generazionale attraverso meravigliose illustrazioni di vecchi libri e fumetti.

Le foto dei suoi familiari invece non le riconosce. Nel paradosso di aver perso memoria della propria memoria, Yambo riesce in qualche modo a ricostruire una storia da cui sa di provenire, ma non ottiene di sentirla e comprenderla come parte della propria intima esperienza vissuta.

E’ proprio lui stesso che viene a mancare. Manca il suo specifico, la sua individualità. Il resto è solo Storia.

Ma è la memoria individuale,attraverso il ricordo delle sensazioni che ci dà la certezza di aver vissuto.

Yambo (che come un alter- ego recupera qui la memoria dell’autore), nel solaio ha un nuovo malore.

Non riuscire a collegare il sapere di aver amato intensamente al volto della persona amata, ricordo ricostruito con un amico, lo travolge.

Incomincia da qui il suo viaggio interiore.

L’altra parte della sua vita quella legata alle emozioni e che sembrava perduta, da questo momento riaffiora. Nella nebbia, del coma, paradigma costante di tutto il romanzo Yambo cerca di unificare le due metà della sua esperienza.Tutta la vicenda porta alla ricerca dei tratti di un viso femminile.

L’approdo è il desiderio di ricordare il viso di Lila, il suo primo amore. Il saper di aver amato è una garanzia di aver vissuto, cosa per Yambo alla fine non così scontata.Le immagini della regina Loana protagonista di un fumetto anni ’30 e della sua misteriosa fiamma che dà la vita, si mescolano ai tratti del volto dell’ amata.

Basterebbe un attimo, quello che permette di ricongiungere le due parti di sé e di potersi svegliare e riprendere la vita che si era interrotta e non è possibile allontanarsi del tutto da se stessi forse neanche dopo la morte.

.
Gioia Francisci

Informazioni sul Libro

——“La misteriosa fiamma della regina Loana”

——–di Umberto Eco

——–Bompiani Editore, 2004

——–pp. 480, brossura

——–€ 9,90

————————————————————————————————————————————————–

——————————————————————–

——————————————————————–

PrintFriendly

Potrebbero interessarti anche:

By: Gioia Francisci
Categoria Senza categoria

Commenta




  • PROMOZIONE