MyLemon MyLEMON Creativity & Strategic Communication - www.mylemon.it
MyLEMON

DON’T DREAM YOUR LIFE…

LIVE YOUR DREAMS

PrintFriendly
11
gennaio
2011

Viviamo nel III millennio ed il termine “Razzismo”, triste retaggio di un tempo da cancellare, è ancora circolante. Razzismo… e subito mi viene in mente un altro termine, “Apartheid”, e poi ancora immagini; anzi, volti di uomini, donne e bimbi, i cui occhi sono più eloquenti di tante parole e domande, a cui nessuno, in realtà, tenta di dare (nel senso di operare) una risposta.

Tucson, la strage di Tucson… dietro cui, forse, si cela… di nuovo il razzismo.

Certamente, in questo nostro presente non parliamo più di un movimento americano razzista nei confronti dei neri.

Certamente nella nostra civiltà non parliamo più di razza superiore.

MA…il genocidio continua, la segregazione razziale c’e’ e SOPRATTUTTO continua nello stile di vita di molti personaggi pubblici. Una discriminazione sociale, culturale, economica, una discriminazione che spinge qualcuno  a considerare l’altro carne da macello. Perchè, ed è questo lo scandalo contemporaneo, mentre inorridiamo nel rievocare l’olocausto, le camere a gas, lo sterminio degli ebrei, restiamo indifferenti, impassibili, assenti di fronte a questo aumento di violenza, di fronte all’emarginazione dei più fragili, dei più deboli…

…E continuiamo a prevaricare, a dominare, a spadroneggiare.

Il malessere di questo mondo forse  è nelle “derive” razziste … forse è nella riattualizzazione di modelli culturali arcaici, forse è nella distanza-spaesamento tra l’informazione e la comunicazione, forse è legato ai rapporti di scambio e di dominio che  caratterizza la nostra economia, dove la parola globalizzazione  è riservata solo alle multinazionali & c., forse è la conseguenza  dell’ incrocio delle culture, delle relazioni fra  identità e differenza… o forse semplicemente  dalla cosciente non considerazione dell’ ALTRO.

CHI È, in realtà, L’ALTRO?

Forse nell’incontro con l’altro cerchiamo sempre e solo qualcosa di noi stessi, come diceva Montaigne:

«Io dico degli altri soltanto per dire di più di me stesso» …

…E quindi quando nell’altro  non incontriamo qualcosa di noi …immancabilmente … l’altro è visto come un sottoprodotto.

Eppure sarebbe così semplice tendere la mano a tutti, sarebbe così facile amare le persone, nella loro individualità…e vivere felici e contenti …come una grande famiglia …AHIA!!!

Ma oggi è proprio nella famiglia che avviene la violenza …oggi…io non capisco ..

In un tempo in cui tutti sembrano fare “volontariato”, in uno spazio, in cui pullulano associazioni di solidarietà, gruppi onlus, insomma in questo mondo in cui la condivisione, l’accoglienza, l’uguaglianza diventano slogan di piazza e cortei per manifestazioni, il razzismo è vivo ed operante ……ed io CONTINUO a non capire…

Parliamo di pace … con l’odio nel cuore…

Io credo che il nostro dovere di adulti sia costruire quotidianamente la pace.

COME?

Rinunciando un po’ alla volta al nostro egoismo, diventando attenti ai bisogni di chi ci sta vicino, regalando un po’ di tempo a chi vuole essere ascoltato, imparando a rispettare opinioni diverse, imparando a voler bene  chi incontriamo nella nostra quotidianità.

La pace è uno stile di vita che ci accompagna in famiglia, sul lavoro, con gli altri. Essendo la vita un continuo feedback, se noi siamo pace, a noi tornerà pace.

Solo in questo modo saremmo persone credibili, perchè della pace, della non violenza, non avremmo solo fatto una bandiera, ma il mezzo ed il fine della nostra vita…

…Solo così metteremo fine allo scandalo delle cose che non vogliamo capire …

.

Giò, la scopa parlante

—————————————————————-

—————————————————————-

PrintFriendly

Potrebbero interessarti anche:

By: Giovanna Portanova

Lascia un commento

7 commenti a: “Lo scandalo delle cose che non capisco: il malessere della “civiltà””

  1. Rullo Nadia: 11 gennaio 2011 | 12:20 |

    ‎….condivido pienamente MyLemon!

  2. Emanuela Tranfo: 11 gennaio 2011 | 13:53 |

    Grazie…condiviso

  3. Anna Dominici: 11 gennaio 2011 | 14:34 |

    da mandare a memoria e ripeterselo ogni mattina! Grazie…condivido!!!

  4. Rosanna Cuccu: 11 gennaio 2011 | 16:03 |

    condivido con tutto di cuore ogni sillaba grazie di avercelo ricordato.

  5. Nicoletta Radaelli: 11 gennaio 2011 | 19:22 |

    continuamo a non capire, per favore, per potere continuare ad interrogarci!
    complimenti a Giovanna Portanova
    Grazie MyLemon…

  6. Franco Guerrazzi: 11 gennaio 2011 | 21:16 |

    Secondo me,tutta questa violenza gratuita che tutti i giorni le televisioni ci mostrano con tanto di indifferenza come se la violenza fosse una normalità,porta le persone ad abituarsi a questo tipo di notizie. Non interessa se la violenza e a sfondo razzista o meno, appresa la notizia come una qualsiasi si gira il programma per vedere la partita e si va avanti ,ormai non ci si scandalizza più di nulla.” I politici rubano? lo sappiamo e normale lo fanno tutti,. Un malato di mente in libertà fa strage della famiglia ? è perché l’hanno lasciato libero ma forse ci saranno altre cose,poi sono cose che non mi riguardano , e cosi via , e tutte queste cose alle persone che hanno un minimo di buonsenso pesa sulla testa peggio di una spada di Damocle, non sappiamo quando ci potrà interessare e colpire anche noi.
    Il guaio a mio avviso e che il buon senso stia scomparso dal DNA della maggioranza delle persone e questo secondo me è il peggior male che una società possa avere..

  7. Giovanna Portanova: 11 gennaio 2011 | 22:15 |

    e..mentre si allunga la lista dello scandalo delle cose che non capisco,tipo le proposte sul costo dei politici ,proposte mai diventate esecutive .devo ammettere che ho un controshock nel leggere i commenti al mio articolo e soprattutto la sua pubblicazione ad opera del nostro caro Antonio:
    alla politica dell’identità,che guarda all’indietro ..grazie a tutti voi sta venendo fuori la “POLITICA DELLE IDEE”, che guarda al futuro…le idee sono un’importante fonte di mutamento sociale,sarebbe quindi imperdonabile trascurarle in un’epoca di grandie trasformazione come quella attuale ..grazie

Commenta




  • PROMOZIONE